Immischiati a scuola


Carissimi amici,

siamo un gruppo di genitori che vuole immischiarsi, mettersi in gioco (dove nessuno vuole) e contribuire a creare una scuola migliore e partecipativa. Papà e mamme che si sono messi in gioco su temi concreti e comuni.

L’impegno che ci mettiamo si basa su 3 fondamentali principi:

  1. OCCUPARSI DEI PROPRI FIGLI OCCUPANDOSI DELLA LORO SCUOLA.

    Occuparsi dei propri figli, occupandosi della loro scuola; ma occuparsi della loro scuola è allo stesso tempo lavorare per il Bene Comune. L’impegno è creare tutti i presupposti affinché docenti, personale ATA e studenti possano rendere al meglio. Questo si chiama lavorare per il Bene Comune. La scuola non è solo un’istituzione, ma è un comunità.
    Nel quadro della cooperazione fra scuola e famiglia e per una vera governance è determinante superare l’individualismo e l’isolamento; i genitori che rappresentano i primi educatori devono operare scelte competenti che determinano l’educazione e le politiche scolastiche.

  2. ESSERCI E GIÀ COMINCIARE A CAMBIARE LE COSE.

    Tutti si lamentano, tutti danno la colpa ad un altro. La ricerca del capro espiatorio è la tecnica migliore per dire: fallo tu. Allora si, lo facciamo noi. Ci mettiamo la nostra faccia e il nostro impegno. Fare i rappresentanti d’istituto è una scocciatura? Forse, ma se non partecipiamo perdiamo il diritto di lamentarci.
    La sfida è invece affascinante: trasformare la situazione che stiamo vivendo – perché altrimenti alla fine ci rimettono i nostri figli – in un’opportunità per costruire ponti, contribuire e relazionarci con gli altri per il Bene Comune Diventare da ” leader” naturale in virtù di essere mamma o papà a “leader” sociale, diventando un punto di riferimento per la comunità (nel tempo non solo scolastica).

  3. È LA CONCRETEZZA CHE SALVERA’ IL MONDO!

    La bellezza salverà il mondo diceva Dostoevskij… Basta? No! questa è solo la teoria.
    Abitiamo le scuole perché ci interessa avere relazioni e rapporti con gli altri genitori, condividere percorsi educativi e cercare di rendere la scuola un luogo bello prima di tutto per i ragazzi ma anche per noi. Si impara insieme ad affrontare anche le problematiche concrete; è più facile abbandonare il proselitismo a favore del buon senso… Perché la porta, il bagno, la lavagna etc. rotta, è rotta per il bambino di qualsiasi genitore, per qualsiasi docente, per qualsiasi bidello o addetto segreteria; La scuola quindi diventa un luogo bello e interessante per tutti.

Insieme siamo di più. Non un’ovvietà, ma la capacità moltiplicatrice di creare un gruppo di persone che si consiglia, spalleggia e assiste.
Se vuoi far parte anche tu della rete #ImmischiatiAScuola vuoi candidarti o sei già un rappresentante di classe/istituto, cerca, nella tua città, le date degli incontri che si svolgeranno in tutti Italia dalla metà di settembre alla metà di ottobre 2016.

#ImmischiatiAScuolaTour2017 – Elenco date

Oppure scrivici cliccando qui